sabato, 25 Maggio, 2024

22 / 23 maggio Consiglio Nazionale della Federazione degli Autoferrotranvieri

In Evidenza

Il trasporto pubblico locale, rimane un cardine importante per il Paese per il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità sia economica e sociale, che ambientale, soprattutto in questa fase di auspicata transizione ecologica, ed è pertanto essenziale per ridurre le emissioni inquinanti, per migliorare la qualità della vita nelle città e nelle aree metropolitane.
Però, tutto questo viene vanificato poiché il settore sta affrontando una grave crisi a causa sia della mancanza di politiche industriali adeguate che di investimenti sufficienti. Questa situazione, che sta tristemente contribuendo all’aumento dell’uso dell’auto privata rispetto al trasporto pubblico, sta avendo un impatto fortemente negativo anche sulle condizioni di lavoro e sui salari dei lavoratori del settore”.
Lo ha dichiarato il Segretario Generale della Faisa-Cisal, Mauro Mongelli, a margine di un incontro dell’esecutivo nazionale dell’organizzazione, in vista del Consiglio Nazionale che si terra il 22 e 23 maggio a Riccione nel corso del quale, tra le altre cose,  ci si confronterà su tutte le criticità del settore”.
È necessario in primis adeguare, il Fondo Nazionale Trasporti all’inflazione strutturarlo ed indicizzarlo – ribadisce il Segretario – ed aumentare le risorse economiche disponibili per garantire un servizio efficace e sostenibile. È altresì urgente rinnovare tempestivamente il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro, con particolare attenzione al miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro, ma soprattutto dei salari dei dipendenti del settore. Ribadisce l’importanza della sicurezza sul lavoro e della necessità di attivare concretamente i contenuti del Protocollo Ministeriale sulla sicurezza del 2022 front-line, e valutare l’adozione di misure preventive, ma anche punitive, per coloro che commettono aggressioni ai danni dei lavoratori.
È quindi responsabilità delle istituzioni prendere seriamente in considerazione queste richieste al fine di trasformare il trasporto pubblico locale, oggi evidentemente in forte difficoltà, in un servizio efficiente, equo, sostenibile e sicuro per tutti, se è vero che si vuole ridurre l’utilizzo dell’auto privata rispetto al trasporto collettivo.
In occasione della Festa dei Lavoratori che si celebra il 1º maggio, (per ricordare tutte le lotte per i diritti dei lavoratori), la Faisa Cisal ritiene che, anche nel settore della mobilità, sia assolutamente cruciale intensificare il tasso di occupazione e la protezione sociale, ridurre le disuguaglianze di qualsiasi tipo, contrastare la precarietà lavorativa ed il lavoro povero.

Altrettanto urgente è la necessità di promuovere opportunità di impiego sicure e dignitose, che garantiscano soddisfazione e alto livello qualitativo, il tutto supportato da salari adeguati per sostenere Lavoratori e Lavoratrici, anche al fine di contrastare l’impatto dell’inflazione.
Questo non è un sogno ma, un bisogno.
News

FAISA – CISAL: il rilancio del settore non sia solo un appunto su agende della politica ma si compiano atti concreti

Roma, 24 MAG – Ultima giornata di lavoro a Riccione della Faisa -  Cisal che ha riunito, per due...

Articoli correlati